750 grammes
Tutti i nostri blog di cucina Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
ZUPPA DI FUNGHI PORCINIZUPPA DI FUNGHI PORCINI
ZUPPA DI FUNGHI PORCINIZUPPA DI FUNGHI PORCINI

L'ho scoperta in Slovenia, è un piatto tipico della zona del LAGO DI BLAD

e dintorni.

lago-blad.jpg

 

E' ottima sopratutto se fatta con funghi porcini appena raccolti.

 

Sarebbe necessario sapere ogni cosa sui funghi, non basta saperli cucinare, bisognerebbe anche saperli riconoscere e cercare. 

Cucinare un fungo appena colto è un'esperienza meravigliosa, rispetto al cucinare un fungo comprato.

In quella zona a 20 km circa dal Lago di Blad c'è un altopiano a

POKLJUKA
 ricchissima di funghi che si possono raccogliere senza tanti permessi nè controlli.

Ma attenzione!!!! raccogliete solo quelli che conoscete bene.... e se li conoscete:

Ecco questi NON RACCOGLIETELI: 

fungo-velenoso2.jpg

Altrimenti vi suggerisco un ristorante in quella zona dal nome FORTUNA

(prendete La strada che da Bled va verso Jesenice  IN prossimità di GORKY) 

(eccovi la proprietaria)

proprietaria-fortuna.jpg

dove al centro di ogni tavola troverete autentici funghi porcini freschi e sodi solo per guarnire le tavole

 

porcino-centrotavola.jpgporcino-centrotavola-2.jpgporcini-centrotavola.jpg

 

imbandite di carne di maialino di latte, pollo, e agnello cotti allo spiedo e trote del lago fatte in tutte le salse.

 

agnello-allo-spiedo.jpg

 

 

Vi consiglio di andare a prendere tutti i funghi del centro tavola del ristorante

(di nascosto) andare a casa e farvi questa di zuppa di funghi.

La zuppa di funghi porcini che ho mangiato lì è in assoluta una delle cose più gustose e delicate, ma in assoluta la più buona della zona  e l'unica che merita di essere citata.

Ma mentre siete lì vi suggerisco di assaggiare tutti i piatti del menù.

Ce nè un'ampia scelta... e tutti divinamente gustosi......

 

  PROCEDIMENTO:

pulire accuratamente i funghi con un coltellino a punta.

Strofinarli con cura con un panno umido per eliminare ogni traccia di terriccio e muschio.

NON LAVARLI.

Dopo un accurata pulizia si procede al taglio, che va fatto solo poco prima di iniziare la preparazione.

I gambi si tagliano verticalmente a fette di circa due millimetri, le cappelle si tagliano nel senso del diametro in fette di pari spessore.

In una teglia bassa, larga e con manico si mette burro e olio, diciamo ogni kilo di funghi puliti si mettono 60-70g di burro e 5gr di olio. 

fate i vostri calcoli se avete meno funghi.

Aggiungere 3-4 spicchi di aglio e scaldare a fuoco moderato fino a quando l'aglio comincia a prendere colore.

Togliere l'aglio e mettere funghi affettati, alzare il fuoco  e girare e rigirare con cura con un cucchiaio di legno per 5-6 minuti, i funghi comincieranno a lasciare un pò di acqua che se ne va man mano che si forma.

Salare e pepare  moderatamente.

Attenzione a che non attacchino e non brucino perciò continuate a mescolare.

Dopo questo, abbassare la fiamma, cuocere coperti per due minuti. 

 

 si spolverano di farina scotendola da un setaccio o da un colino sopra la casseruola.

 

L’AGGIUNTA DI FARINA DEVE ESSERE MODERATA.

- Si lascia cuocere per un paio di minuti, poi si versa nella pentola un paio di litri di brodo ( vedi ricetta ) rimescolando continuamente con il cucchiaio di legno.

 

L'operazione durerà circa 30 minuti a seconda dei funghi, converrà assaggiare il grado di cottura sempre rimastando.

A questo punto si aggiunge un bel pezzo di burro crudo e prezzemolo tritato, PASSARE IL TUTTO NEL PASSAVERDURE (oppure no, come preferite) mescolare e servire.

 

Il fungo si deve presentare con la carne integra, bianca e tenace ma non cruda, saporita ma non fritta, l'intingolo deve essere filante delicato profumato, verde per il prezzemolo appena messo e che così non sarà diventato nero come succede seguendo certe norme assurde e avrà conservato il suo perfetto sapore.

 

La zuppa dI FUNGHI si può servire così  IN UNA PIROFILA CALDISSIMA.

  In Slovenia la servivano con una panna acida molto liquida  (BUONISSIMA) oppure da due fette di pane al forno.

 

STA BENE CON IL VINO BIANCO E QUELLO ROSSO, SI MANGIA ALLA SERA E A MEZZOGIORNO,

E'quanto DI MEGLIO SI PUò SOGNARE SULLA TAVOLA.

 

Io, A CASA, ho versato il tutto in una terraglia resistente al fuoco, nelle quali avevo sistematO alcuni strati di fette di pane ricoperte via via di parmigiano grattugiato.

 

- La zuppa si cosparge di altro formaggio e di burro fuso e si passa al forno per 5-6 minuti.

Condividi post
Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
commenti
F
Di solito non amo le zuppe, ma questa sembra squisita!
Rispondi
I


infatti lo è. devi provare anche la zuppa di cipolle e vedrai che ti ricrederai anche su quella. http://ivanaincucina.over-blog.it/article-zuppa-di-cipolle-gratinata-114227169.html



IVANA IN CUCINA

 IVANA IN CUCINA

" UN NUOVO TRATTATO per evadere dalla vostra routine, e tornare ai gusti semplici, alla natura, ai piaceri ancestrali."

Post recenti

Ospitato da Overblog